Il sistema istituzionale di riferimento

Il Progetto ReOPEN SPL agisce all'interno di un sistema di governance complesso, articolato orizzontalmente (amministrazioni centrali ed enti nazionali con funzioni di indirizzo, coordinamento e regolazione) e verticalmente (enti territoriali).

 

Giocano un ruolo chiave per il raggiungimento delle finalità di ReOPEN SPL:

  • il Dipartimento per gli Affari Regionali e le Autonomie della Presidenza del Consiglio, che, in quanto promotore dell’iniziativa, partecipa alla definizione degli indirizzi strategici di ReOPEN SPL, approva le linee operative annuali di attuazione del progetto, raccogliendo indicazioni utili al fine tuning delle politiche pubbliche di propria competenza
  • Invitalia, in quanto soggetto attuatore di ReOPEN SPL, coerentemente con la propria mission, opera come 'cerniera istituzionale' tra il livello centrale e i territori per favorire l'attuazione delle politiche di sviluppo e coesione e migliorare la competitività di settori strategici
  • l’Agenzia per la Coesione Territoriale, autorità di gestione del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, si pone l’obiettivo di sostenere ed accompagnare, secondo criteri di efficacia ed efficienza, programmi e progetti per lo sviluppo e la coesione economica, nonché di rafforzare, al fine dell’attuazione degli interventi, l’azione di programmazione e sorveglianza di queste politiche
  • il Ministero dello Sviluppo Economico, presso cui è istituito l’Osservatorio nazionale per i servizi pubblici locali che raccoglie e pubblica le relazioni predisposte dagli enti competenti a motivazione delle scelte in merito alla modalità di affidamento di ciascun servizio, ai sensi dell’art. 34 del D.L. 179/2012 e dell’art. 13 comma 25-bis del D.L. 145/2013
  • il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che, oltre a lavorare a fianco delle Regioni per la riprogrammazione dei servizi di TPL e ferroviari regionali, gestisce telematicamente e coordina l’attività dell’Osservatorio nazionale sulle politiche del TPL, nato per assicurare la verifica dell'andamento del settore ed il completamento del processo di riforma del trasporto pubblico locale
  • il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare che esercita le funzioni e i compiti spettanti allo Stato in materia di servizio idrico integrato, nonché le funzioni di indirizzo e coordinamento necessarie per l’attuazione delle norme in materia di ciclo dei rifiuti
  • le Amministrazioni Territoriali destinatarie delle azioni di supporto, in quanto protagoniste dirette dell’attuazione di ReOPEN SPL. Rientrano tra le amministrazioni-target: regioni, enti di governo degli ambiti o bacini territoriali ottimali, città metropolitane e altri enti di area vasta, comuni singoli o associati.